Tensione al collo, dolore cervicale, lo Yoga in aiuto

Tensione al collo, dolore cervicale, lo Yoga in aiuto
Tensione al collo, cervicalgia, lo Yoga in aiuto

Lo stress spesso si scarica proprio sul collo, infatti uno dei disturbi più diffusi è proprio la tensione al collo e il dolore cervicale.
In questo articolo andremo a conoscere alcune delle cause che portano questa tensione, i sintomi e come lo Yoga può venirci in aiuto attraverso alcuni esercizi per alleviare la tensione al collo.

I sintomi della cervicalgia

I sintomi della cervicalgia sono diversi, dalla semplice tensione al collo, torcicollo, cefalee, dolori alla nuca, mal di denti, mal di schiena, ronzii alle orecchie ecc., ai più gravi come nausea, vomito, vertigini, disturbi della vista, formicolii alle dita, braccia indolenzite dovute spesso a lesioni ai dischi vertebrali.

Le cause scatenanti delle tensioni al collo

. Tensioni psicofisiche
. Postura scorretta
. Portare pesi in modo sbilanciato
. Utilizzo di materassi e cuscini non appropriati
. Sedentarietà
. Traumi
. Pratica di attività fisica che provoca trauma al tratto cervicale
. Artrosi cervicale
. Compressione dei nervi spinali

Una delle cause principali dei dolori al collo sia i più lievi che i più gravi, è la postura scorretta, le posizioni che teniamo alla scrivania, in auto al PC, guardando la televisione, fanno in modo da accorciare e irrigidire la muscolatura del collo.

Lo stress e le tensioni possono far serrare le mandibole, incassare le spalle e irrigidire i muscoli.

Anche trasportare pesi in modo sbilanciato, come lo zaino o le borse della spesa sempre da una sola parte può causare contratture ai muscoli cervicali.

Poi ci sono i traumi da “colpo di frusta” e le attività fisiche che sollecitano troppo il tratto cervicale provocandone dei traumi.

Come può aiutarti l Yoga

Gli Asana consigliati in caso di cervicalgia sono quelli che stimolano l’allungamento e l’allineamento della colonna vertebrale e pongono attenzione alla postura, oltre a quelli specifici per rilassare spalle e collo. Andiamo a conoscerne alcune:

Skandha Chakra (rotazione dell’articolazione della spalla) 

Posizione Yoga Skandha Chakra
Posizione Yoga Skandha Chakra

Questa Asana allevia lo sforzo della guida e del lavoro d’ufficio, utile anche per l’artrosi cervicale
. Seduto sul tappetino con la schiena dritta e le gambe dritte o incrociate
. Appoggia le dita della mano destra sulla spalla destra e tieni la mano sinistra sul ginocchio sinistro
. Fai un ampio movimento circolare col gomito destro, prima in senso orario, poi in senso antiorario per 10 volte
. Ripeti col gomito sinistro
. Respirazione: inspira nel movimento verso l’alto, espira nel movimento verso il basso

Advasana (posizione del cadavere riverso) 

Posizione Yoga Advasana
Posizione Yoga Advasana

Consigliata a chi ha problemi di ernia del disco e il collo rigido.
. Sdraiati a pancia in giù sul tappetino
. Stendi entrambe le braccia sopra la testa con il palmo delle mani rivolto verso il pavimento. La fronte è poggiata a terra
. Rilassa tutto il corpo
. Tieni la posizione il più possibile, respira lentamente.

Griva Sanchalana (movimento del collo) 

Posizione Yoga Griva Sanchalana
Posizione Yoga Griva Sanchalana

Attraverso il collo passano tutti i nervi che collegano i diversi organi e gli arti del nostro corpo.

Per questo i muscoli del collo e delle spalle accumulano tensione. Questa Asana allevia la tensione, la pesantezza e la rigidità nel collo, nelle spalle e nella testa.
. Siedi sul tappetino con le gambe dritte o incrociate con le mani sulle ginocchia
. Chiudi gli occhi
. Fletti lentamente la testa in avanti cercando di toccare il torace con il mento
. Estendi la testa indietro senza forzare
. Inspira quando vai indietro, espira in avanti
. Fai l’esercizio per 10 volte
. Rimanendo nella stessa posizione con gli occhi chiusi
. Rilassa le spalle e lentamente inclina la testa verso destra cercando di toccare la spalla destra con l’orecchio
. Inclina la testa sul lato sinistro
. Inspira nel movimento verso l’alto, espira nel movimento verso il basso
. Pratica per 10 volte
. Rimanendo ancora nella posizione iniziale, con gli occhi chiusi
. Ruota lentamente la testa a destra portando il mento in linea con la spalla
. Poi a sinistra, non forzare
. Inspira quando torni al centro, espira mentre ruoti la testa lateralmente
. Pratica per 10 volte

Conclusione

Il collo è la sede del quinto Chakra che rappresenta l’espressività, infatti talvolta le cervicalgie sono associate a problemi nell’ambito della comunicazione.

Il collo è una zona di passaggio molto importante e articolata, è il collegamento tra la nostra ‘parte alta’ cioè più spirituale o mentale, e la nostra ‘parte bassa’ Più materiale o istintiva.

Per cui, le tensioni e tutte le problematiche del tratto cervicale, vanno analizzate anche come conflitto tra la mente e gli istinti, o le regole imposte e ciò che vorremmo davvero fare nella vita. Quindi, quando hai mal di collo, pensaci!

Bene siamo giunti alla fine di questo articolo, cosa ne pensi? Ti è piaciuto? Abbiamo chiarito i tuoi dubbi? Vuoi un articolo di approfondimento?
Scrivici nei commenti. 🙂

Se vuoi approfondire la tematica con un libro ce ne sono di molto interessanti su Amazon e in particolare su Amazon Kindle e se hai l’abbonamento a Kindle Unlimited molti sono gratuiti. Speriamo di averti fatto cosa gradita con questa segnalazione. 🙂

Inoltre vogliamo segnalarti anche questo libro, sempre su Kindle Unlimited, del quale ti mandiamo l’anteprima.

Per concludere ti invitiamo a iscriverti alla nostra newsletter per ricevere tutti i nuovi articoli, tanto materiale esclusivo e gratuito e gli ebook sulla Respirazione e sulla Meditazione.

Ti auguriamo una splendida giornata

Chiudi il menu